La segnaletica orizzontale per il miglioramento della viabilità in azienda

Dal Piano di viabilità aziendale agli obblighi del datore di lavoro: come rendere sicuro il transito di merci, pedoni e veicoli nelle aree interne ed esterne


La viabilità aziendale comprende tutte le attività che riguardano lo spostamento di materiali, persone e mezzi di trasporto nell’azienda, ed è importante organizzarla sia internamente che esternamente per salvaguardare le merci ed evitare incidenti.

A tal scopo, la viabilità aziendale dovrebbe essere regolata da una serie di disposizioni atte a semplificare i flussi, per cui sarebbe auspicabile ridurre i movimenti interni implementando più sistemi di trasporto automatici, aggregare in un’unica zona le aree relax, le toilette e gli spogliatoi, e indicare appositamente gli accessi e le entrate alla struttura realizzando, ove possibile, il senso unico. Tali disposizioni devono essere comunicate in maniera chiara a tutto il personale e ai visitatori.  

Il Titolo V sulla “Segnaletica di salute e sicurezza sul lavoro” disciplina gli obblighi relativi alla sicurezza aziendale, assieme agli allegati da XXIV e XXXII e al Decreto Interministeriale del 4 marzo 2013. Secondo l’art. 163 del D.Lgs. 81/08, infatti, è obbligo del datore di lavoro fornire indicazioni relative a situazioni di rischio adottando misure preventive e, se necessario, ricorrere alla segnaletica raccomandata dalla legislazione vigente relativa al traffico stradale, ferroviario, fluviale, marittimo e aereo, che può essere utilizzata per aree esterne, piazzali e accessi esterni.

Il piano della viabilità aziendale deve contenere indicazioni sulla circolazione nei vari reparti e nelle aree esterne stabilendo le misure di sicurezza dei lavoratori, e quindi prevedere la manutenzione periodica della pavimentazione, l’adozione della segnaletica orizzontale e l’apposita indicazione di ostacoli o altri pericoli.

Il D.Lgs. 81/08 prevede inoltre la segnalazione delle vie di circolazione tramite strisce continue, che devono essere correttamente mantenute nel tempo e tenere conto delle distanze di sicurezza, della presenza di pedoni o barriere. Alcuni esempi di segnaletica orizzontale destinata alle aziende comprendono: le vie a senso unico, le vie a doppio senso, i passaggi pedonali e i punti di attraversamento, le delimitazioni delle vie di transito e le altezze massime di passaggi. Anche i parcheggi devono essere visibili e appositamente segnalati, rispettando le dimensioni minime di 4,50 x 2,30 metri.

Presso C.S.P. disponiamo di tutto l’occorrente per realizzare una segnaletica orizzontale efficace, e in grado di mantenersi nel tempo.

Richiedici maggiori informazioni compilando il form


Prodotti