Sistemi anticaduta

lavori ad alta quota - anticaduta retrattile


I sistemi di arresto caduta, come dice il nome, sono quei dispositivi che impediscono al lavoratore di cadere in situazioni particolari come per esempio il lavoro in quota.

Si parla al plurale di dispositivi proprio perché si tratta di un sistema composto da almeno cinque elementi: il punto di ancoraggio, l’imbragatura, i moschettoni, cordini e gli assorbitori.

Dovendo i dispositivi fare in modo che il lavoratore non cada da altezze pericolose, questi sono fatti in modo che, con l’imbragatura, il corpo sia ben assicurato ad un sistema di collegamento, la quale trova la sua fine ad un punto di ancoraggio, che ha come funzione quella dell’arresto della caduta.

Il sottosistema di collegamento è a sua volta composto da più parti, come per esempio cordini, asorbitori e connettori.

Un modello molto utilizzato che premia sia per sicurezza che per stabilità è il dispositivo anticaduta retrattile. Questo fa in modo che la distanza del corpo dal punto di ancoraggio possa variare durante il periodo di lavoro ma, nel momento del pericolo, la distanza si blocca andando a prevenire una possibile caduta. Più precisamente, la situazione di pericolo, viene identificata nel momento in cui il movimento super 1.5m/sec.

Il cordino è, all’interno del sistema, l’elemento intermedio; può essere costituito da materiali differenti, può per esempio essere in corda di fibra sintetica, da fune metallica, cinghia o catena. Il cordino è raccordato ai punti di ancoraggio fissi o scorrevoli su guide, mediante idonei connettori.

Il cordino va messo in relazione con un assorbitore così da ridurre al minimo le sollecitazioni che investono l’imbragatura.

Non si deve mai dimenticare che tutti gli elementi che compongono l’intero sistema anticaduta devono essere assolutamente compatibili tra loro in ogni singola forma. Questo perché trasfoma quello che dovrebbe essere un sistema di sicurezza in uno strumento non sicuro e pertanto non è possibile affidare una vita ad un dispositivo che già in partenza prevede un possibile malfunzionamento.

Impossibile parlare del sistema anticaduta perfetto, è importante invece cercare di studiare per ogni situazione il giusto sistema fatto su misura.

Oltre alla compatibilità devi vari elementi ed alla presa di conoscenza del fatto che il sistema universale perfetto non esiste, non si deve dimenticare la parte della manutenzione.

Al fine di svolgere correttamente la manutenzione è necessario svolgere frequenti ispezioni ad ogni singolo elemento del sistema: solo la perfetta integrità di tutte le parti può garantire un corretto funzionamento. La manutenzione, quando viene fatta, va registrata in apposita scheda in modo da non lasciare trascorrere troppo tempo tra una e l’altra.

In ogni caso la revisione o la sostituzione è indispensabile in seguito ad ogni volta in cui si verifica una caduta.

Il nostro gruppo CSP offre corsi di formazione sul tema in modo che l’istruzione possa aiutare a prevenire situazioni di pericolo promuovendo così la sicurezza. Un lavoratore informato sa come comportarsi in modo corretto e pratico riduceno la nascita di tutte quelle problematiche in cui naturalmente si incappa quando un lavoro non viene iniziato nel modo giusto.


Prodotti